INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK

Cookie

Informativa e acquisizione del consenso per l'uso dei cookie sul portale web http://osservaprezzi.mise.gov.it ai sensi del Provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezione dei dati personali.

 

Cosa sono i cookie?

 

Di seguito la definizione contenuta nel punto 1 della premessa al Provvedimento del Garante di cui sopra:

 

Considerazioni preliminari.I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente.

Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).

 

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

 

I cookie servono a migliorare i servizi che ti offriamo, ad esempio:

consentono a un servizio di riconoscere il tuo dispositivo, per evitarti di inserire più volte le stesse informazioni nel corso di un'attività

calcolano quanti utenti stanno usando i servizi, in modo da agevolarne l'utilizzo e assicurare la capacità necessaria a una navigazione veloce.

 

Se non ci autorizzi a usare i cookie, determinate funzioni e pagine non possono funzionare come previsto.

Se desideri eliminare i file cookie eventualmente già presenti sul tuo computer, leggi le istruzioni del tuo browser cliccando sulla voce “Aiuto” del relativo menu.

prezzi ISTAT

DOMANDE GENERALI SUI PREZZI

  1. Cosa si intende per prezzo all'origine (o alla produzione)?
  2. Cosa si intende per prezzo all'ingrosso?
  3. Cosa si intende per prezzo al consumo?
  4. Cosa è un indice dei prezzi e cosa misura?
  5. Cosa è il peso di un prodotto e come se ne tiene conto nel calcolo dell'indice?
  6. Cosa si intende per variazione congiunturale dell'indice?
  7. Cosa si intende per variazione tendenziale dell'indice?
  8. Cosa si intende per contributo assoluto alla variazione congiunturale (tendenziale) dell'indice?
  9. Che cos'è l'inflazione al consumo?

 

1. Cosa si intende per prezzo all'origine (o alla produzione)?
La quantità di moneta che bisogna cedere per ottenere in cambio l'unità del bene oggetto della transazione. A seconda dell'entità economica interessata, il prezzo assume varie denominazioni: alla produzione (prezzo di transazione in cui il contraente-venditore è il produttore); praticato dai grossisti (prezzo di transazione in cui il contraente è un grossista); al consumo (prezzo riferito alla fase di scambio in cui l'acquirente è un consumatore finale).

 Torna su

2. Cosa si intende per prezzo all'ingrosso?
La quantità di moneta che bisogna cedere per ottenere in cambio l'unità del bene oggetto della transazione. A seconda dell'entità economica interessata, il prezzo assume varie denominazioni: alla produzione (prezzo di transazione in cui il contraente-venditore è il produttore); praticato dai grossisti (prezzo di transazione in cui il contraente è un grossista); al consumo (prezzo riferito alla fase di scambio in cui l'acquirente è un consumatore finale).

 Torna su

3. Cosa si intende per prezzo al consumo?
La quantità di moneta che bisogna cedere per ottenere in cambio l'unità del bene oggetto della transazione. A seconda dell'entità economica interessata, il prezzo assume varie denominazioni: alla produzione (prezzo di transazione in cui il contraente-venditore è il produttore); praticato dai grossisti (prezzo di transazione in cui il contraente è un grossista); al consumo (prezzo riferito alla fase di scambio in cui l'acquirente è un consumatore finale).

 Torna su

4. Cosa è un indice dei prezzi e cosa misura?
L'indice dei prezzi è uno strumento statistico utilizzato per sintetizzare in un unico valore numerico la complessa dinamica delle quotazioni di un insieme (paniere) di beni e servizi scambiati sul mercato. Misura le variazioni nel tempo, rispetto al periodo scelto come base, dei prezzi di beni e servizi (paniere) che si formano nelle transazioni relative a beni e servizi tra gli operatori economici.

 Torna su

5. Cosa è il peso di un prodotto e come se ne tiene conto nel calcolo dell'indice?
Il peso o coefficiente di ponderazione di un prodotto, negli indici dei prezzi al consumo, rappresenta l'importanza relativa di ciascun gruppo di beni e servizi inclusi nel paniere, rispetto al totale della spesa dell'universo di riferimento. L'Istat utilizza come riferimento principale per la definizione del sistema di ponderazione per gli indici dei prezzi al consumo le stime dei consumi finali delle famiglie italiane dell'anno precedente a quello in corso. Al calcolo dell'indice generale dei prezzi di un determinato paniere ogni singolo prodotto concorre nella misura data dal peso ad esso assegnato.

 Torna su

6. Cosa si intende per variazione congiunturale dell'indice?
Variazione percentuale rispetto al periodo precedente.

 Torna su

7. Cosa si intende per variazione tendenziale dell'indice?
Variazione percentuale rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

 Torna su

8. Cosa si intende per contributo assoluto alla variazione congiunturale (tendenziale) dell'indice?
Il contributo alla variazione tendenziale dell'indice generale permette di valutare l'incidenza delle variazioni di prezzo delle singole componenti sull'aumento o la diminuzione dell'indice aggregato. A tal fine, il tasso di variazione percentuale dell'indice generale, calcolato su base annua, viene scomposto nella somma degli effetti attribuibili a ciascuna delle variazioni delle sue componenti. Poiché si tratta di un indice concatenato, il contributo della componente i-esima alla variazione dell'indice generale è una funzione della dinamica di prezzo di tale componente e della modificazione del suo peso relativo nei due anni posti a confronto.

 Torna su

9. Che cos'è l'inflazione al consumo?
L'inflazione è l'aumento del livello generale dei prezzi al consumo. Se l'aumento dei prezzi non è particolarmente elevato (2-4 % per la variazione tendenziale) si parlerà di inflazione strisciante. Mentre se il tasso annuo supera il 5% ci sarà un'inflazione galoppante. Nel caso in cui il tasso aumenti del 20% si parlerà di iperinflazione.

 Torna su