Nota introduttiva

  • Stampa

BENI E SERVIZI DI LARGO CONSUMO
Nota introduttiva

I dati presentati si riferiscono ai prezzi rilevati dagli Uffici comunali di statistica nell'ambito della rilevazione mensile dei prezzi al consumo coordinata dall’Istituto Nazionale di Statistica e, per i carburanti per autotrazione, a partire da gennaio 2017, dal Ministero dello Sviluppo Economico. La rilevazione viene effettuata con la finalità di fornire, mediante l’elaborazione di numeri indici, informazioni statistiche sulla dinamica temporale dei prezzi al consumo a livello locale e nazionale. Ciononostante, al fine di arricchire il contributo informativo offerto dall’Osservatorio nazionale prezzi e tariffe, l’Istat, a partire dall’inizio del 2005, rende disponibili informazioni sui livelli dei prezzi rilevati, la cui diffusione a livello locale è, peraltro, una pratica già da tempo seguita da alcuni comuni.


Le informazioni sul livello dei prezzi diffuse nell’ambito delle attività dell’Osservatorio nazionale prezzi e tariffe sono riferite a un elenco prodotti di largo consumo che rappresenta una parte del paniere di prodotti per il quale vengono calcolati gli indici dei prezzi al consumo diffusi mensilmente dall’Istat.


La rilevazione dei prezzi al consumo viene effettuata dagli Uffici comunali di statistica in modo tale che in ciascun esercizio i rilevatori registrino mensilmente il prezzo della referenza (che è possibile definire come la combinazione di tre caratteristiche che specificano ciascuno prodotto presente nel paniere e cioè varietà, marca e confezione) più venduta nello specifico punto vendita (ad esempio, per la pasta, il prezzo della varietà x, della marca y, della confezione di grammi z). Il prezzo della referenza prende il nome di quotazione. Ciò significa che, tra una città e un'altra ma anche tra un mese e l'altro con riferimento alla stessa città, le quotazioni possono riferirsi, per il medesimo prodotto, a diverse combinazioni di varietà marca e confezione. Pertanto i confronti temporali possono essere effettuati correttamente solo utilizzando gli indici diffusi dall’Istat e dagli Uffici Comunali di Statistica, mentre le informazioni sui livelli dei prezzi possono fornire informazioni utili nell'ambito di uno specifico mese. Le ragioni ora esposte consigliano, quindi, di non utilizzare i dati sui livelli dei prezzi diffusi nell’ambito dell’Osservatorio nazionale prezzi e tariffe per confronti fra le diverse città.


I dati diffusi riguardano la media (geometrica) delle quotazioni mensili (riferite ognuna a una referenza) di ciascun prodotto, effettivamente rilevate (vengono escluse pertanto le quotazioni di prezzo stimate a seguito di mancata rilevazione) in ciascun comune capoluogo di provincia (nell’intera provincia per i carburanti per autotrazione), nei punti vendita appartenenti alle diverse tipologie distributive. Accanto alla media geometrica l’Osservatorio prezzi diffonde l'indicazione della quotazione di prezzo rilevata minima e massima. Con riferimento ai prodotti ortofrutticoli, a seguito dell’entrata in vigore, nell’anno 2011, del Regolamento Europeo 330/2009 relativo al trattamento dei prodotti stagionali nell’indice dei prezzi al consumo, vengono fornite mensilmente solo le informazioni sui livelli di prezzo dei prodotti che, secondo il calendario definito dall’Istat, risultano in stagione nel mese al quale si riferiscono i dati.


La pubblicazione dei dati è iniziata nel gennaio 2005 con riferimento a 66 prodotti e a 18 comuni capoluoghi di regione, al comune di Reggio Calabria e alle province autonome di Trento e Bolzano. Nel corso del tempo, ulteriori ampliamenti del piano di pubblicazione hanno portato, a gennaio 2017, il totale dei comuni monitorati a 61 e il numero dei prodotti a oltre 200. I prodotti sono classificati in 6 tipologie: ortofrutta, alimentari, cura della casa e della persona, servizi, energetici ed ittici. Per ognuna delle suddette tipologie è possibile selezionare il capoluogo di provincia e visualizzare i dati relativi all'ultimo mese disponibile.

Per approfondimenti sulla rilevazione dei prezzi al consumo coordinata dall'Istat, si consulti la pagina web.

 

Consulta la banca dati:
Ottobre 2017
Archivio