INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK

Cookie

Informativa e acquisizione del consenso per l'uso dei cookie sul portale web http://osservaprezzi.mise.gov.it ai sensi del Provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezione dei dati personali.

 

Cosa sono i cookie?

 

Di seguito la definizione contenuta nel punto 1 della premessa al Provvedimento del Garante di cui sopra:

 

Considerazioni preliminari.I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente.

Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).

 

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

 

I cookie servono a migliorare i servizi che ti offriamo, ad esempio:

consentono a un servizio di riconoscere il tuo dispositivo, per evitarti di inserire più volte le stesse informazioni nel corso di un'attività

calcolano quanti utenti stanno usando i servizi, in modo da agevolarne l'utilizzo e assicurare la capacità necessaria a una navigazione veloce.

 

Se non ci autorizzi a usare i cookie, determinate funzioni e pagine non possono funzionare come previsto.

Se desideri eliminare i file cookie eventualmente già presenti sul tuo computer, leggi le istruzioni del tuo browser cliccando sulla voce “Aiuto” del relativo menu.

PREZZI DEI CARBURANTI

PREZZI DEI CARBURANTI

Aggiornato al giorno 15 aprile 2011

Avviso – Attuazione dell'articolo 51 della legge 23 luglio 2009 n. 99, recanteMisure per la conoscibilità dei prezzi dei carburanti. Decreto Ministeriale 15 ottobre 2010, pubblicato in GU del 26 novembre 2010, n. 277. Procedura di registrazione.

 

 

Istruzioni relative alle modalità di registrazione, autenticazione, delega ed autorizzazione all'utilizzo della piattaforma informatica di trasmissione dei prezzi carburanti presente sul sito osservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it.

 

A partire dal giorno, 01.02.2011 è raggiungibile, grazie al link disponibile all'indirizzoosservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it, l'applicativo realizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico in attuazione delle norme richiamate, per la trasmissione dei prezzi di vendita al pubblico praticati da ogni singolo impianto di distribuzione di carburanti per autotrazione per uso civile.

 

A partire dal giorno 24 gennaio 2011 è attiva la procedura di registrazione.

 

Al fine di permettere la corretta trasmissione e ricezione dei dati necessari all'avvio del monitoraggio, fermo restando quanto già ampiamente descritto negli allegati, i soggetti interessati dall'obbligo di pubblicizzazione, sono tenuti ad osservare le seguenti procedure operative.

 

Soggetti destinatari dell'obbligo di comunicazione.

La norma individua nel gestore dell'impianto, il destinatario dell'obbligo a comunicare i prezzi di vendita praticati al pubblico, relativamente ai carburanti per autotrazione.

 

Decorrenza dell'obbligo di comunicazione.

La disciplina attuativa impone, come termine iniziale di decorrenza dell'obbligo di comunicazione, il giorno 01.02.2011. In attuazione dei principi di gradualità e sostenibilità previsti dalla norma di riferimento, tale obbligo è imposto, in una prima fase operativa, ai soli distributori della rete autostradale.

 

Oggetto e cadenza della comunicazione.

E' fatto obbligo di comunicare, con riferimento ai distributori della rete autostradale, i prezzi praticati per tutte le tipologie di carburanti erogati. L'obbligo di comunicazione è stabilito con esclusivo riferimento ad una sola forma di vendita per ciascuna tipologia di carburante commercializzato e, se tale forma di vendita è presente presso l'impianto interessato durante l'intero orario di apertura e per la relativa tipologia di carburante, è riferito alla sola vendita effettuata mediante sistemi self service e senza avvalersi dell'operatore.

L'obbligo è individuato esclusivamente con riferimento:

 

a) alla comunicazione iniziale;

b) a comunicazioni successive con cadenza almeno settimanale, da effettuare in ogni caso di variazioni di prezzo, anche in assenza di variazioni di prezzo in aumento, entro l'ottavo giorno dall'ultima comunicazione inviata;

c) alla comunicazione, almeno contestuale all'applicazione, di tutte le variazioni in aumento praticate rispetto all'ultimo prezzo comunicato, anche se anteriori alla decorrenza del periodo settimanale ordinario di comunicazione.

 

A partire dal 1.2.2011 i destinatari dell'obbligo di comunicazione possono, su base volontaria, comunicare anche i prezzi praticati per le altre modalità di vendita e le variazioni infrasettimanali in diminuzione: le eventuali comunicazioni volontarie, una volta presentate e fino a rinuncia espressa a tale facoltà, rispondono ai medesimi obblighi di veridicità ed aggiornamento periodico di quelle obbligatorie.

Tali ulteriori comunicazioni volontarie, nei casi di utilizzo delle piattaforme informatiche di soggetti terzi, qualora non immediatamente disponibili, possono essere attivate con modalità diverse a seconda dalla capacità tecnica dei sistemi di raccolta e trasmissione delle informazioni al Ministero dello sviluppo economico.

Successivamente, con avviso pubblicato sul sito osservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it, saranno definiti modi e tempi per la comunicazione di eventuali sconti di prezzo con profilo settimanale.

Si rende noto che i gestori effettuano la comunicazione dei prezzi indicando ciascun prezzo con tutte le cifre decimali effettivamente applicate ed adempiono all'obbligo di comunicazione inviandola esclusivamente con modalità telematiche al Ministero dello sviluppo economico mediante l'utilizzo dell'applicativo raggiungibile all'indirizzo webosservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it, a cui si accede attraverso apposito sistema di autenticazione, ovvero con i sistemi di accesso in convenzione.

Gli stessi prezzi sono resi disponibili agli utenti con arrotondamento al centesimo di euro superiore.

 

Modalità di registrazione.

La procedura di registrazione, attiva dal giorno 24 gennaio 2011, si articola in due fasi:

a) I gestori devono inviare una richiesta di registrazione all'indirizzo di posta elettronica certificata Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , attraverso ilproprio indirizzo di Posta elettronica certificata. La richiesta deve contenere, tra l'altro, l'identificazione univoca del gestore attraverso il numero di codice fiscale (o partita IVA) e la denominazione esatta e completa del soggetto imprenditoriale. Qualora il gestore dovesse avvalersi di modalità speciali di registrazione (come descritte nel paragrafo successivo) l'indirizzo di Posta elettronica del mittente deve corrispondere a quello del soggetto delegato, di cui è necessario trasmettere anche le generalità. In questa particolare ipotesi, è necessario compilare, sottoscrivere ed inviare, unito alla richiesta, anche il modulo A, ovvero il modulo C, a seconda dei casi, ivi allegando fotocopia di un valido documento di riconoscimento del delegante.

Al fine di semplificare la raccolta delle anagrafiche (del gestore e del delegato), in allegato al presente avviso, è scaricabile una tabella Modulo excel, da compilare ed allegare alla richiesta di registrazione.

b) Sarà cura degli uffici competenti inoltrare all'indirizzo di posta elettronica certificata del mittente (gestore o delegato ex modulo A ovvero modulo C), dopo la verifica dei dati trasmessi, le credenziali necessarie al completamento del form presente nella pagina di accesso, in cui il gestore (o il suo delegato, limitatamente alle ipotesi ex modulo A) è tenuto ad inserire o modificare - se necessario - i dati anagrafici richiesti. In questa fase l'utente dovrà completare le anagrafiche degli impianti, se delegato ex modulo A, verificare la corrispondenza del soggetto delegante attraverso l'apposita casella, infine scegliere, eventualmente, la trasmissione dei dati attraverso piattaforma autorizzata di soggetti in convenzione, prima di procedere alle comunicazioni dei prezzi.

 

Si rammenta che un indirizzo di Posta elettronica certificata, è necessario, almeno per la fase di prima registrazione al fine di ottenere le credenziali per gli accessi successivi. A tal fine si sollecita, quanto prima, l'attivazione di un indirizzo di posta elettronica certificata avvalendosi dei gestori autorizzati, il cui elenco è disponibile all'indirizzo webwww.digitpa.gov.it.
Si ricorda ancora che, sul punto, l’utilizzo di una Posta elettronica certificata, per professionisti e imprese, oltre ad essere requisito per accedere direttamente ai i principali canali di comunicazione telematica tra imprese e pubblici registri, è previsto e disciplinato, tra l’altro, dal decreto legge 29.11.2008, convertito in legge, con modificazioni, dall'art. 1, legge 28 gennaio 2009, n. 2., che ne determina i tempi, i soggetti interessati e le condizioni di adeguamento.

In ogni caso le richieste di registrazione non ancora pervenute, devono essere inoltrate all'indirizzo di posta elettronica certificata del Ministero nel più breve tempo possibile, anche alla luce della definitiva attivazione e messa a regime delle piattaforme autostradali in convenzione.

 

Modalità speciale di registrazione.

In questa prima fase, per ragioni contingenti e temporanee, legate anche alla mancanza di una PEC personale, la registrazione al sistema può avvenire attraverso 3 modalità diverse:

 

a) Nel form di registrazione è presente anche una sezione attraverso cui i gestori possono delegare a terzi l'attività di primo inserimento e successivo aggiornamento delle anagrafiche impianti sul sito osservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it, nonchè l'inserimento dei dati sui prezzi secondo le cadenze stabilite, attraverso il sito osservaprezzi, ovvero per mezzo degli accessi sul sito delle società in convenzione. A tal fine, il gestore che sceglie questa speciale modalità di registrazione, dovrà inviare la richiesta di accreditamento attraverso la Posta elettronica certificata del soggetto delegato, con l'identificazione univoca del gestore, tra l'altro, attraverso il numero di codice fiscale (o partita IVA) e la denominazione esatta e completa del soggetto imprenditoriale. Dovrà, inoltre, compilare anche il modulo A, sottoscriverlo ed allegarlo alla richiesta con annessa copia di un documento valido di riconoscimento del delegante.

 

b) Registrazione del gestore attraverso l'invio della richiesta delle credenziali di accesso all'applicativo web predisposto dal Ministero, attraverso un proprio indirizzo di posta elettronica certificata. In questo caso il gestore sarà riconosciuto come mittente autenticato, nonchè utente registrato per i successivi accessi al sistema (presente sul sitoosservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it, ovvero attraverso l'utilizzo di piattaforme informatiche di soggetti terzi, in convenzione);

 

c) Registrazione del gestore con l'invio della richiesta delle credenziali attraverso unindirizzo di posta elettronica certificata di diverso soggetto all'uopo specificamente delegato. A tal fine, il gestore che sceglie questa speciale modalità di registrazione, dovrà inviare la richiesta di accreditamento attraverso la Posta elettronica certificata del soggetto delegato, con l'identificazione univoca del gestore, tra l'altro, attraverso il numero di codice fiscale (o partita IVA) e la denominazione esatta e completa del soggetto imprenditoriale. Dovrà, dopo aver espressamente indicato di avvalersi della delega per la sola procedura di registrazione, compilare anche il modulo C, sottoscriverlo ed allegarlo alla richiesta con annessa copia di un documento valido di riconoscimento del delegante. La delega sarà utilizzata limitatamente alla sola fase di registrazione, senza alcun ulteriore obbligo o responsabilità in capo al soggetto delegato, con riferimento alle successive trasmissioni delle informazioni sui prezzi che resteranno, totalmente, a carico del gestore destinatario degli obblighi di legge. Il soggetto delegato è tenuto a comunicare e trasmettere le credenziali di accesso, esclusivamente al gestore, suo delegante ed unico responsabile dei successivi adempimenti normativi.

 

In ogni caso, sarà cura degli uffici competenti inoltrare all'indirizzo di posta elettronica certificata del delegato, per ognuna delle ipotesi di delega, dopo la verifica dei dati trasmessi, le credenziali necessarie al completamento del form presente nella pagina di accesso, in cui il gestore, ovvero il soggetto delegato limitatamente alla delega conModulo A, è tenuto ad inserire o modificare - se necessario - i dati anagrafici richiesti. In questa fase l'utente dovrà completare le anagrafiche degli impianti, verificare la corrispondenza del soggetto delegante, nella sola ipotesi di delega ex modulo A, attraverso l'apposita casella e scegliere, eventualmente, la trasmissione dei dati attraverso piattaforma autorizzata di soggetti in convenzione, prima di procedere alle comunicazioni dei prezzi.

Salvi gli ulteriori obblighi di comunicazione previsti in capo al delegato ex Modulo A, si ribadisce che con riferimento alle ipotesi di delega per la sola registrazione ex modulo C, gli accessi per la compilazione delle anagrafiche, degli impianti e degli inserimenti dei prezzi nell'applicativo predisposto dal Ministero (ovvero per tutte le piattaforme informatiche presenti in convenzione), restano in ogni caso a cura e responsabilità del gestore, destinatario degli obblighi di comunicazione.

 

Ulteriori precisazioni sul sistema di delega.

Con riferimento ai destinatari delle diverse deleghe - delega per la sola richiesta di registrazione ex modulo C, ovvero delega permanente alla registrazione e comunicazione dei prezzi secondo i tempi e le modalità previsti o autorizzati ex modulo A - possono individuarsi diverse tipologie di soggetti:

Una prima tipologia di delega è attribuibile a soggetti singoli che, senza funzioni di rappresentanza generale o di raccolta indistinta di dati attinenti ai prezzi dei carburanti di molteplici gestori, accettino la stessa, garantendo in ogni caso la riservatezza dei dati attinenti al soggetto delegante (sia nelle ipotesi di delega per la sola registrazione exmodulo C, sia nelle ipotesi di delega permanente ex modulo A).

Va però precisato che l'attribuzione della delega, nel caso sia concessa a soggetti terzi con funzioni di rappresentanza generale di categoria ovvero destinatari di molteplici deleghe e limitatamente alle ipotesi di delega permanente ex Modulo A, rientra nella previsione di cui all'articolo 3 del Dm 15 ottobre 2010 (modalità di trattamento e pubblicazione finalizzata alla migliore attuazione del sistema di comunicazione).

Tanto premesso, questi ultimi, ove abbiano volontariamente sottoscritto le convenzioni necessarie ai fini autorizzatori, gradualmente ed in tempi ragionevoli rispetto all'avvio del monitoraggio, sono tenuti a predisporre sistemi di raccolta delle informazioni che garantiscano la riservatezza, l'imparzialità e la trasparenza nella gestione dei dati forniti dal delegante, al fine di preservare la segretezza e l'autonomia di scelta del gestore, soggetto responsabile della fissazione finale del prezzo al consumo.

La presenza di tali condizioni è necessaria per la definizione delle previste convenzioni non onerose, in base alle quali i soggetti coinvolti possono mantenere l'autorizzazione a gestire le informazioni di massa.

In ogni caso la delega si intende valida solo nei confronti dei soggetti autorizzati che abbiano accettato la stessa.

 

Utilizzo delle piattaforme informatiche in convenzione.

Al fine di semplificare le procedure d'inserimento dei prezzi nel sistema di monitoraggio, nonchè limitare gli oneri di comunicazione in capo ai destinatari dell'obbligo di trasmissione dei prezzi, il gestore accreditato sul web (direttamente o per mezzo del suo delegato), può autorizzare il Ministero a prelevare le informazioni sui prezzi dei carburanti già immesse, dallo stesso gestore o dal suo delegato ex modulo A, nei sistemi di rilevazione centralizzata presenti presso le concessionarie autostradali.

Anche in questo caso il gestore deve compilare un modulo, modulo B (B1, B2, B3, B4 a seconda dei casi), sottoscriverlo, allegare un proprio valido documento di riconoscimento ed inoltrare il tutto, tramite la PEC (del delegato ex modulo A o modulo C, limitatamente ai casi di registrazione con contestuale autorizzazione all'utilizzo dei dati successivamente inseriti dal solo gestore nelle piattaforme di terzi in convenzione) all'indirizzo PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Le autorizzazioni al prelievo dei prezzi dalle piattaforme informatiche condivise, dopo la definitiva sottoscrizione delle previste convenzioni non onerose, sono trasmesse alle concessionarie autostradali al fine esclusivo di ottenere l’invio dei dati richiesti (prezzi inseriti dai gestori di distributori autostradali), così come previsto dalle stesse convenzioni.

Il gestore, ovvero il suo delegato ex modulo A, deve successivamente, all'interno dell'applicativo fornito dal Ministero - per ogni singolo impianto autostradale - selezionare il corrispondente soggetto in convenzione che abbia fornito una piattaforma informatica di raccolta centralizzata dei dati.

In virtù della diversa modalità di raccolta dei dati forniti da terze parti in convenzione (esempio: concessionarie autostradali), il gestore nel modulo di autorizzazione dichiara l'uso esclusivo delle credenziali di accesso al sistema web in convenzione, in capo ai soggetti autorizzati (gestore o suo delegato ex Modulo A), nonchè la corrispondenza certa delle stesse alla propria gestione ed all'area di servizio censita.

Nei paragrafi successivi sono rese note le convenzioni sottoscritte dal Ministero, i soggetti aderenti alle stesse e gli eventuali servizi aggiuntivi di comunicazione previsti, necessarie alla semplificazione della raccolta centralizzata dei dati trasmessi dai diversi gestori o loro delegati.

 

Responsabilità relativa alla fissazione dei prezzi

In ogni caso, ai sensi della normativa di riferimento, il gestore resta unico responsabile della determinazione finale dei prezzi dei carburanti erogati presso il proprio distributore e destinatario dell'obbligo di trasmissione degli stessi, a prescindere dalle modalità di invio delle informazioni sui prezzi (piattaforma di terzi o accesso diretto al sitoosservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it) e dalla facoltà di delegare l'attività di trasmissione del dato ex modulo A

 

Primo accesso al sito osservaprezzi

Resta inoltre ferma la necessità di realizzare, anche in caso di utilizzo delle piattaforme informatiche di terzi, un primo accesso al sitoosservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it, al fine di completare le schede anagrafiche e concludere così la fase di registrazione al sistema di rilevazione dei prezzi dei carburanti.

 

Trattamento dei dati

I dati anagrafici trasmessi al Ministero dello sviluppo economico saranno trattati ed utilizzati secondo le finalità, nei limiti e nei modi previsti dalla legge, comunque strettamente connesse e strumentali alla gestione del sistema informativo.

 

Ulteriori precisazioni.

Si ricorda che i gestori (o i loro delegati ex modulo A), nel caso in cui tutti i servizi (sito web osservaprezzi o servizi in convenzione) previsti per l'invio delle informazioni sui prezzi siano inattivi e ciò risulti da apposita informazione attestata dal sistema telematico, dovranno comunicare mediante l'indirizzo di posta elettronica certificata utilizzato per la registrazione e successiva autenticazione, le variazioni di prezzo medio tempo intervenute.

Tale specifica procedura di notifica, nell'attuale fase di monitoraggio - e fino alla implementazione del sistema di ricezione, reso noto attraverso pubblicazione di ulteriori avvisi ed istruzioni - non sarà resa attiva e, conseguentemente, non saranno applicate le sanzioni amministrative pecuniarie richiamate dall'articolo 51 della legge 23 luglio 2009, n. 99, per le violazioni limitate all’omissione di tale comunicazione sostitutiva.

 

SISTEMA DI ATTESTAZIONE MODIFICA LISTINI.

A partire dal giorno 18 aprile 2011, tutti i gestori registrati al sistema di monitoraggio dei prezzi ministeriale, ovvero i loro delegati ex modulo A, all’atto dell’inserimento del nuovo listino prezzi afferente l’impianto gestito e per ogni successiva modifica dello stesso, riceveranno sulla propria PEC (PEC utilizzata per la registrazione o inserita nel profilo utente responsabile) una mail attestante l’avvenuta modifica del listini, contenente l’indicazione dei nuovi prezzi ed un codice alfanumerico identificativo dell’operazione.
L’indicata attestazione - generata ed inviata in ogni caso di aggiornamento dei listini, a prescindere dalla modalità con cui si trasmettono i prezzi al sistema di monitoraggio OsservaPrezzi Carburanti (inserimento diretto, ovvero attraverso piattaforma informatica in convenzione) - sarà automaticamente creata dal sistema di raccolta prezzi all’atto della trasmissione e registrazione della variazione nei server ministeriali.

L’indirizzo di invio della ricevuta è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Tale indirizzo è utilizzato ai fini esclusivi di invio delle ricevute di variazione dei listini. Per ogni altra comunicazione a questo Ministero, resta valido l’indirizzo di registrazione Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Si consiglia, quindi, la verifica puntuale della ricezione, nella propria casella PEC, della documentazione descritta, nonché il salvataggio e la stampa della stessa mail di ricevuta, valida documentazione attestante l’avvenuta trasmissione e registrazione del prezzo nei sistemi telematici, in adempimento dell’obbligo previsto dall’articolo 51 della legge 23 luglio 2009, n. 99, D.M. 15 ottobre 2010.

 

Convenzioni. PERIODO SPERIMENTALE.

Nelle more della definizione delle procedure di sottoscrizione delle convenzioni a titolo non oneroso, previste dall'articolo 3, comma 3, del DM 15 ottobre 2010, volte a migliorare l'attuazione del sistema di comunicazione e facilitare la diffusione delle relative informazioni, i gestori ubicati lungo le tratte autostradali gestite dalle società concessionarie elencate, che abbiano manifestato la volontà di avvalersene neimodi sopra descritti, hanno potuto utilizzare - in via sperimentale ed a decorrere dal giorno 1.2.2011 - le piattaforme informatiche messe a disposizione dalle stesse società, per l'inserimento dei prezzi dei carburanti come richiesti dal sistema di monitoraggio predisposto dal Ministero dello sviluppo economico.

In particolare, i singoli gestori (o i loro delegati ex Modulo A) - attraverso le procedure già descritte per l'utilizzo di piattaforme in convenzione - hanno potuto assolvere agli obblighi imposti dal presente sistema di comunicazione dei prezzi, con un singolo inserimento dei prezzi all'interno delle piattaforme già messe a disposizioni (o all'uopo realizzate) dalle concessionarie autostradali, utilizzando le credenziali di accesso comunicate dalle stesse concessionarie autostradali, senza duplicazione dell'onere di trasmissione.

Resta ferma, anche per il futuro, in ogni caso, come già indicato, la necessità di registrarsi nei modi già descritti dal presente avviso, nonchè un primo accesso al sitoosservaprezzi.sviluppoeconomico.gov.it, al fine di completare le schede anagrafiche e concludere così la fase di registrazione al sistema di rilevazione dei prezzi dei carburanti.

Ogni altra informazione procedurale, a riguardo, continuerà ad essere comunicata all'atto dell'invio delle credenziali di accesso, a conclusione della fase di registrazione.

 

CONVENZIONI ATTIVE. SISTEMA A REGIME.

Sono state definitivamente sottoscritte e messe a regime le convenzioni previste dall’articolo 3, comma 3, del D.M. 15 ottobre 2010, avviate precedentemente in fase sperimentale, al fine di utilizzare le piattaforme informatiche condivise già in uso presso le singole tratte autostradali di riferimento.

E’ possibile, quindi, continuare ad utilizzare, ora con maggiori garanzie anche formali, le piattaforme informatiche in convenzione, per la trasmissione dei prezzi, come richiesti dal sistema di monitoraggio ministeriale, attraverso una sola comunicazione del dato.

Restano ferme, in ogni caso, TUTTE le prescrizioni già indicate, ed in particolare, l’obbligo di prima registrazione ed invio dei moduli di autorizzazione al prelievo delle informazioni dalle piattaforme in convenzione (modulo B1, B2, B3, B4 a seconda dei casi), nonché di comunicazione secondo le cadenza previste e per i prodotti indicati.

I prezzi, così comunicati, saranno pubblicati all’interno dell’applicativo realizzato dal Ministero dello sviluppo economico.

Elenco delle concessionarie (o gruppi di concessionarie) per le quali è disponibile - in via definitiva - la piattaforma condivisa:

1) Gruppo Autostrade per l’Italia

2) Autovie Venete S.p.A.
Autovie Venete S.p.A. ha reso disponibile il sistema in condivisione a tutti i gestori presenti sulle tratte di competenza Autovie Venete:
- Venezia Trieste (A4);
- Palmanova Udine (A23);
- Portogruaro Conegliano (A28);
- Dolo - Quarto D’Altino (Tangenziale di Mestre) (A57);

3) Gruppo ASTM/SIAS.
riferimenti delle Concessionarie del Gruppo che hanno a disposizione la piattaforma informatica sviluppata dal Gruppo ASTM/SIAS:
- Autostrada Torino Milano (A4);
- Autostrada Torino Alessandria Piacenza (A21)
- Autostrada Torino Ivrea Valle d’Aosta (A5) e Tangenziale di Torino
- Autostrade Valdostane (A5)
- Autostrada Asti Cuneo (A33)
- Autostrada Torino Bardonecchia (A32)
- Autostrada dei Fiori (A10)
- Autostrada Ligure Toscana (A12)
- Autocamionale della Cisa (A15)

4) Milano Serravalle - Milano Tangenziali S.p.A.
Milano Serravalle - Milano Tangenziali S.p.A. ha reso disponibile il sistema in condivisione a tutti i gestori presenti sulle tratte di competenza Milano Serravalle - Milano tangenziali S.p.A.:
- Tangenziale Ovest (A50)
- Tangenziale Est (A51)
- Tangenziale Nord (A52)
- Milano Serravalle (A7)

 

Con riferimenti all’utilizzo delle singole piattaforme in convenzione, si invieranno le informazioni preliminari al momento della registrazione.

Si ricorda, in ogni caso, che l’autorizzazione inviata al Ministero dello sviluppo economico con le forme più sopra descritte, deve contenere necessariamente, oltre ai dati anagrafici del gestore e del punto vendita, l’indicazione precisa del soggetto fornitore dei sistemi in convenzione, esclusivamente scelto tra quelli elencati ai punti 1), 2), 3), 4).

Si ricorda che tutti i sistemi di invio attraverso le piattaforme condivise sono già configurabili per l’invio dei prezzi relativi a tutti i prodotti carburanti erogati nel proprio punto vendita.

Per ogni ulteriore e specifica richiesta si invita, quindi, tutti i soggetti interessati a contattare direttamente le concessionarie (o i gestori delle piattaforme) per ottenere - ove tecnicamente necessario - tutte le informazioni utili a configurare il profilo per l’invio dei prezzi praticati per tutti i prodotti carburanti distribuiti presso il proprio punto vendita, come già ribadito.

 

REGOLARIZZAZIONE DELLE AUTORIZZAZIONI AL PRELIEVO DEI PREZZI DALLE PIATTAFORME IN CONVENZIONE.

Con riferimento all’invio del modulo necessario alla formalizzazione dell’utilizzo delle piattaforme informatiche in convenzione, si ribadisce la necessità di adempiere agli oneri di comunicazione e trasmissione della documentazione (nuovo modulo B trasmesso via PEC, ovvero modulo B1, B2, B3, B4 a seconda dei casi) come più sopra descritto, anche per tutti coloro che attualmente già utilizzano tale sistema.

 

VERIFICA DEI DATI INSERITI NEL SISTEMA E REGOLARIZZAZIONE DELLE ADS.

Al fine di garantire la coerenza dei sistemi di monitoraggio ministeriali, con i dati contenuti nelle piattaforme condivise (con riferimento specifico alle ubicazioni geografiche delle singole Aree di Servizio), nonché allo scopo di predisporre un database consultabile, in futuro, a seconda della direzione di marcia delle singole tratte autostradali, anche in vista di una implementazione dei sistemi di ricerca, verranno effettuate delle verifiche sulle direzioni indicate (e sulla esatta denominazione delle AdS) con conseguente possibile variazione delle denominazioni oggi presenti.

Verrà verificato, quindi, l’esatto inserimento dei dati del gestore e completate le anagrafiche, laddove necessario. Si ricorda, infine, che i dati comunicati all’atto della registrazione, fino a diversa comunicazione, saranno ritenuti identificativi del gestore dell’impianto successivamente compilato e censito nel sistema di monitoraggio OsservaPrezzi Carburanti.

Salvo successiva espressa revoca dell’autorizzazione, inviata secondo le procedure più sopra descritte, sarà verificata la corrispondenza delle richieste di convenzione al ramo autostradale di appartenenza e saranno conseguentemente attivati i sistemi di invio centralizzato dei prezzi, in tutti i casi in cui è stata fatta richiesta.

 

ULTERIORI CONTATTI.

Per ogni ulteriore informazione o richiesta diversa da quelle relative alla procedura di registrazione, contattare il numero 06.47055526 o scrivere all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

 

Elenco allegati:



Articolo 51, legge 23 luglio 2009, n. 99

Decreto Ministeriale 15 ottobre 2010

Modulo A (delega)

Modulo B Autostrade per l’Italia

Modulo B Milano Serravalle - Milano Tangenziali

Modulo B Autovie Venete

Modulo B Gruppo ASTM/SIAS

Modulo B generico

(autorizzazione uso piattaforme dati ex. art. 3, comma 3, Dm. 15.10.2010)

Modulo C (delega per la sola registrazione)

Modulo excel

 

 

Torna su