INFORMATIVA

Il sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare i servizi offerti e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione - senza modificare le impostazioni del browser - accetti di ricevere i cookie. Se non desideri ricevere i cookie, modifica le impostazioni del tuo browser, ma sappi che alcuni servizi non funzioneranno correttamente. Per saperne di piu'

OK

Cookie

Informativa e acquisizione del consenso per l'uso dei cookie sul portale web http://osservaprezzi.mise.gov.it ai sensi del Provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante per la protezione dei dati personali.

 

Cosa sono i cookie?

 

Di seguito la definizione contenuta nel punto 1 della premessa al Provvedimento del Garante di cui sopra:

 

Considerazioni preliminari.I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall'utente inviano al suo terminale (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente.

Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (quali, ad esempio, immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando.

Cookie tecnici. I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice).

 

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Per l'installazione di tali cookie non è richiesto il preventivo consenso degli utenti, mentre resta fermo l'obbligo di dare l'informativa ai sensi dell'art. 13 del Codice, che il gestore del sito potrà fornire con le modalità che ritiene più idonee.

 

I cookie servono a migliorare i servizi che ti offriamo, ad esempio:

consentono a un servizio di riconoscere il tuo dispositivo, per evitarti di inserire più volte le stesse informazioni nel corso di un'attività

calcolano quanti utenti stanno usando i servizi, in modo da agevolarne l'utilizzo e assicurare la capacità necessaria a una navigazione veloce.

 

Se non ci autorizzi a usare i cookie, determinate funzioni e pagine non possono funzionare come previsto.

Se desideri eliminare i file cookie eventualmente già presenti sul tuo computer, leggi le istruzioni del tuo browser cliccando sulla voce “Aiuto” del relativo menu.

Articoli

Approfondimenti sull'aumento dei prezzi

Approfondimenti sull'aumento dei prezzi dopo la manovra dell'IVA - Intervista a Mister Prezzi

Facebook PDF Versione stampabile E-mail

Mattino Cinque - Rubrica "La Telefonata" - 10 ottobre 2011.

 


Trascrizione dell'intervista.

MAURIZIO BELPIETRO: “Buongiorno, benvenuti a “La Telefonata”, come era accaduto con l’introduzione dell’euro a quanto pare anche l’aumento dell’iva di un punto percentuale, deciso dal Governo con la manovra di agosto, avrebbe fatto crescere i prezzi e qualcuno insomma ci starebbe giocando, se ne starebbe approfittando. Di questo ne parliamo con Roberto Sambuco, che è il Garante dei Prezzi, quello che dovrebbe sorvegliare appunto la crescita dei cartellini, dei listini che espongono i negozianti. Buongiorno Sambuco”.
ROBERTO SAMBUCO: “Buongiorno Direttore, Buongiorno a tutti”.


MAURIZIO BELPIETRO : “Ma allora le associazioni dei consumatori sostengono che i prezzi in questo mese sono già cresciuti, parlano addirittura di un 3%, in qualche caso, per esempio, dentifrici E prodotti alcuni prodotti, insomma, che sono di uso comune sarebbero cresciuti del 4%, ma è davvero così?”
ROBERTO SAMBUCO: “Ma guardi, certo ci sarà un aumento dei prezzi dopo la manovra che però è stata solo il 17 settembre, quindi oggi non abbiamo ancora i dati ufficiali di come questo aumento si stia trasferendo sui prezzi finali. Quello che dovremo fare, quello che stiamo facendo, è un controllo dettagliato sul territorio, anche attraverso le segnalazioni da parte dei consumatori. Dobbiamo però aspettare il 21 di ottobre, dopo che l’Istat ci darà le rilevazioni ufficiali, per vedere qual è l’effetto reale e qual è la verità.”

MAURIZIO BELPIETRO: “Quindi lei non si fida di queste rilevazioni delle associazioni dei consumatori?”
ROBERTO SAMBUCO: “Ogni segnalazione ed ogni valutazione sono preziosi per il Garante e per tutti quanti, solo che noi dobbiamo poi ragionare sui prezzi reali. Il Garante, anzi approfitto della sua trasmissione, ha un numero verde sul quale possono essere fatte le denunce, anche particolari, di situazioni dove si pensa che ci siano delle speculazioni o dei prezzi che non vanno, il numero verde è 800.95.59.59: ogni cittadino, ogni consumatore può telefonare a questo numero.”

MAURIZIO BELPIETRO: “Lo stiamo mostrando adesso, se lo vede, stiamo mostrando questo numero.”
ROBERTO SAMBUCO: “Ovviamente valgono solo le denunce che non sono anonime, quindi deve telefonare, deve avere un documento di identità a portata di mano, l’ideale sarebbe che avesse anche uno scontrino, una ricevuta, che in qualche misura possano testimoniare che c’è stato un comportamento scorretto.”

MAURIZIO BELPIETRO: “Sambuco, però c’è un problema, come si fa a dimostrare che sono aumentati i prezzi, bisognerebbe avere uno scontrino prima del 17 settembre e poi lo scontrino dopo dell’entrata in vigore della nuova tariffa, della nuova tassa al 21 per cento”.
ROBERTO SAMBUCO: “Guardi la nostra azione è soprattutto un’azione contro i furbi o contro i malfattori, cioè quelli che si profittano di un aumento di questo tipo che dovrebbe , anche secondo le stime più serie ad un aumento solo dello 0.3%,0,5% nel corso dell’anno dei prezzi. quando c’è invece una situazione eclatante allora si deve fare una denuncia e poi il Garante attraverso il supporto prezioso della Guardia di Finanzia fa gli accertamenti.”

MAURIZIO BELPIETRO: “Ecco ci spiega che cosa rischia un commerciante o comunque un’azienda che aumenta i prezzi in maniera sensibilmente superiore rispetto a quello che dovrebbero essere.”
ROBERTO SAMBUCO: “Su questo ci sono innanzitutto i rischi che derivano dalla legge, che obbliga tutti i commercianti, tutti coloro che vendono qualcosa d un comportamento di trasparenza, di equità e di correttezza. Nel caso in cui questi comportamenti non ci fossero possono scattare delle sanzioni, in ogni caso scattano dei controlli, e quindi, nel momento in cui ci sono dei controlli, tutta la attività del commerciante che è stato segnalato puo’ subire una ricognizione puntuale.”

MAURIZIO BELPIETRO: “ In che cosa consistono queste sanzioni?
ROBERTO SAMBUCO: “Le sanzioni sono sanzioni di natura amministrativa, sono delle multe che ovviamente sono in funzione dell’importo del quale si sta trattando, devo anche dirle un’altra cosa, io credo che il nostro paese dovrebbe un po’ liberarsi da polemiche sterili e dovrebbe come stiamo facendo noi, tirarsi su le maniche rimboccarsele e lavorare come stiamo facendo, sul territorio. Credo che non ci siano allo stato fenomeni speculativi così gravi e così diffusi. Non abbiamo migliaia di segnalazioni, abbiamo decine di segnalazioni, anche per questo abbiamo convocato un tavolo anti-speculazione che si riunirà mercoledì prossimo e che coinvolge tutte le associazioni che hanno a che fare con la vendita di prodotti e quindi i commercianti, gli artigiani, le cooperative, i consumatori, la Confindustria, i sindacati e così via. Questo perché dobbiamo, secondo me,  lavorare tutti insieme per fermare quei pochi che speculano, che fanno i furbi, e invece lavorare tutti insieme per monitorare bene.”

MAURIZIO BELPIETRO: “Quindi secondo Lei non c’è il rischio che si ripeta quello che accadde con l’introduzione dell’euro, dove addirittura vennero raddoppiati i prezzi, quello che costava 1000 lire costava 1 euro che, ovviamente, era superiore alle mille lire?
ROBERTO SAMBUCO: “Fidarsi è bene non fidarsi è meglio, comunque bisogna mantenere alta, molto alta l’attenzione, detto questo non credo che si ripeterà una situazione di questo tipo, i primi dati in nostro possesso dimostrano che non è così, sicuramente, ripeto, ci saranno sacche di speculatori che dobbiamo stanare.”

MAURIZIO BELPIETRO: “E fermare, senta come mai secondo le associazioni, è pubblicato proprio oggi su un quotidiano, l’Adoc dice che i prezzi in Italia costano mediamente il due % in più rispetto agli altri Paesi europei”.
ROBERTO SAMBUCO: “Ma guardi, i dati ufficiali non dicono questo, i dati ufficiali dicono che il nostro tasso di inflazione, che all’ultimo mese era del 3, 1%, è un tasso di inflazione leggermente superiore alla media europea, che è del 2,5 % . Però se facciamo un momento di attenzione, le due voci dove c’è una maggiore inflazione in Italia sono quelle del comparto energetico e quelle dei prodotti alimentari freschi, che sono comunque due voci molto importanti. Tolte queste voci noi siamo esattamente in linea con i prezzi europei”.

MAURIZIO BELPIETRO: “ecco a proposito di benzina, ma perché la benzina cresce sempre quando il petrolio va alle stelle e non diminuisce mai quando il petrolio scende, magari si dimezza anche il prezzo?”
ROBERTO SAMBUCO: “ Noi su questo indaghiamo da anni, e indubbiamente il comportamento dei petrolieri è più virtuoso quando devono aumentare i prezzi mentre è meno virtuoso quando devono diminuire, è per questa ragione che recentemente abbiamo fatto dei controlli anche sul territorio, anche per vedere, per esempio, la corrispondenza del prezzo fra prezzo esposto e quello effettivamente praticato e su questo abbiamo visto che c’è un comportamento in generale abbastanza coerente . Solo nel 10% dei casi abbiamo trovato una non corrispondenza ”.

MAURIZIO BELPIETRO: “Qualcuno che faceva il furbo. Bene speriamo che questi furbi siano sanzionati e anche fermati nell’interesse di tutti quanti i consumatori. Noi ci fermiamo qui, grazie a Roberto Sambuco che è i Garante per la sorveglianza dei prezzi. Ci vediamo domani, tra pochi istanti il Mattino 5”.