Osservaprezzi Carburanti nel Paniere Istat 2017

  • Stampa

L’OSSERVATORIO PREZZI CARBURANTI ENTRA NELLA STATISTICA UFFICIALE

VANTAGGI PER I CONSUMATORI E VIRTUOSA CONDIVISIONE DEL PATRIMONIO INFORMATIVO

Come annunciato dall’ISTAT nel comunicato stampa del 3 febbraio, relativo alla revisione del paniere dei beni e servizi per il calcolo dell’inflazione, a partire da gennaio 2017, i dati relativi ai prezzi dei carburanti per autotrazione raccolti dal Ministero contribuiscono al calcolo degli Indici dei prezzi al consumo.

Sulla scia di una collaborazione iniziata nel 2005 tra il Ministero e l’ISTAT sul fronte del monitoraggio dei prezzi e dopo una fase sperimentale avvenuta lo scorso anno, le rilevazioni sui prezzi dei carburanti che l’ISTAT effettuava in proprio vengono sostituite dai dati raccolti dal Ministero tramite l’Osservatorio prezzi carburanti. L’Osservatorio è stato realizzato in attuazione di una previsione normativa (art. 51 L. 99/2009) che prevede l’obbligo, per i gestori  degli impianti, di comunicare al Mise i prezzi praticati per tutte le tipologie di carburanti per migliorare la trasparenza e la concorrenza  nel settore dei carburanti.

Potendo contare su informazioni estese a tutti gli impianti di carburanti e con aggiornamenti in tempo reale sarà possibile per l’ISTAT stimare in modo più accurato le variazioni nel tempo, con ulteriore beneficio per i consumatori che già hanno la possibilità di utilizzare l’Osservatorio prezzi carburanti per individuare il punto di rifornimento più conveniente, mediante le diverse modalità di ricerca disponibili sul sito.

Questo risultato, di virtuosa condivisione del patrimonio informativo delle pubbliche amministrazioni, si aggiunge alle diverse iniziative realizzate da parte del Ministero al fine di favorire la più ampia diffusione delle informazioni raccolte tramite l’Osservatorio prezzi carburanti.

Si ricorda infatti che, oltre agli strumenti per la consultazione dei prezzi praticati dai singoli impianti messi a disposizione per i consumatori mediante il sito e le App per dispositivi mobili, i dati relativi ai prezzi e alla localizzazione degli impianti sono rilasciati quotidianamente in Open data per il libero e gratuito riutilizzo per qualsiasi finalità. Esempi concreti di riutilizzo spaziano ad oggi dalla stampa specializzata, alle Regioni, alle concessionarie autostradali per informare i viaggiatori lungo gli itinerari di viaggio, alla ricerca accademica, ad altre tipologie.

Per maggiori informazioni:

-        vai al Comunicato ISTAT sulla revisione del paniere 2017 http://www.istat.it/it/archivio/196371

-        vai al sito dell’Osservatorio prezzi carburanti https://carburanti.mise.gov.it

-        vai alla sezione Open data dei prezzi dei carburanti http://www.mise.gov.it/index.php/it/open-data/elenco-dataset/2032336-carburanti-prezzi-praticati-e-anagrafica-degli-impianti